La legge di Ohm

Una mostra e un libro fotografico. Immagini sorprendenti dalla natura indefinibile, apparizioni vertiginose, solo vagamente parenti di quello che erano in origine; assurdamente reali e concrete. Figure impossibili che non rispondono alle leggi della fisica, scaturite da un universo paradossale dove vige l’unica legge della simmetria assiale. Chissà cosa c’è dietro? Forse Magritte, forse Kubrik, l’intro di “Shine on you crazy diamond” o semplicemente quello spazio tra la veglia e il sonno che interessava tanto ai surrealisti.